Cotonella Vs Victoria’s Secret, ovvero il sesso da mamma

Ok. Sdoganiamo questo tema spinoso, il sesso dopo la nascita del tuo bimbo. Penso che se le coppie hanno un secondo figlio (e a volte persino un terzo e un quarto) significherà che prima o poi si torna a fare sesso. Si, ma quando? Come ritrovare un momento di intimità fra i risvegli notturni, giocattoli sparsi sul pavimento, il cesto della lavatrice che trabocca e i residui di pappa sul muro? Già…perché il problema è che poi, anche se il pupo dorme nella sua stanza, alla fine tutto ti riporta a lui e alla tua condizione di Mamma….Mamma quell’essere etereo che canta le dolci filastrocche, quella che fa l’areoplanino con la pappa, quella che è tutta “ino” (cuoricino, amorino, tesorino…) Come fa una donna a chiudere quella porta e vraaaaaammmmm in pochi secondi diventare la tigre del permaflex e cercare di godersi l’amplesso prima del risveglio del piccolo per acqua, incubo, freddo, paura, etc?

Insomma…diciamocelo…una deve coltivarsi una sana schizofrenia per riuscire a interpretare in modo convincente questi due ruoli….

E poi parliamo della biancheria intima. Già perché sembra che il primo passo per recuperare la propria condizione di donna, anzi femmina, passi dalla scelta dell’intimo. Penso che se la mia femminilità dovesse essere giudicata in base alla mia lingerie, in questo momento il mio sex appeal potrebbe essere facilmente paragonato a quello di Irene Pivetti negli anni 90, quando alla Camera indossava tallieur, foulard e decolté con tacco da hostess Alitalia.

Che poi…diciamocelo…il perizoma con il filo in Swarovski sta proprio bene a tutte? E quelle culotte di pizzo frù frù che effetto farebbero su una culandra la cui circonferenza supera di molto il canone classico degli 80 cm? E quanto gli autoreggenti smorzano quel difettuccio così proletario delle culotte de cheval?

Domanda: Ma poi…sto sesso…non è un po’ troppo sopravvalutato? A volte mi chiedo quanto le donne riescano a mentire a se stesse e alle amiche, raccontando delle proprie mirabolanti acrobazie sotto le coperte.

Forse bisognerebbe confrontare le vendite di Cotonella con quelle di Victoria’s Secret

Chissà che biancheria indossa Martha

VicCotonella

Annunci

2 pensieri su “Cotonella Vs Victoria’s Secret, ovvero il sesso da mamma

  1. Sono proprio d’accordo.
    Il desiderio sessuale da film dopo le gravidanze è diventato uno stereotipo da soddisfare nella solita ansia da prestazione mammesca. Cheppalle.
    Parliamo di vita vera, piuttosto, non di prestazioni.

    P.S.: odio il filo interdentale, lo trovo scomodissimo. In palestra ho visto donne con sederi flaccidi esibirli sentendosi gnocche. Beh, non lo erano e pure noi donne abbiamo diritto di non vedere brutti sederi.
    Se ti interessa avevo lanciato un simpatico sondaggio, tempo fa http://managerdimestessa.com/2011/10/25/si-fa-e-si-dice/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...